• Politica

    Votare mentre Roma brucia

    Riflettendo sull’imminenza delle prossime, tristi elezioni, mi sono posto quattro criteri base per dare un voto, a chi fatto assai improbabile, certamente, metterà nel suo programma i quattro seguenti punti irrinunciabili:1) generale: investimento senza precedenti nella scuola2) emergenziale: priorità all’eliminazione dei gas serra (non solo CO2, anche metano e gli altri) ed elettrificazione3) consequenziale: immediata ripartenza del nucleare in Italia. Chi non è d’accordo dovrebbe avere la decenza di documentarsi davvero e non solo sulla ridicola #Byoblu o altre simili discariche di #fakenews, dette più precisamente notizie false, in definitiva.4) lungimirante: forte investimento nella ricerca scientifica e, in primis, nella nuova corsa allo spazio, per non diventare definitivamente terzo mondo,…

  • Politica

    La libbbertà!!!

    In questi giorni sto riflettendo molto su coloro che, per quello che costoro chiamerebbero forse un qualche genere di “principio di cautela”, sostengono a spada tratta la loro libertà di non fare quel vaccino che noialtri, sciocchi schiavi di BIG PHARMA, non vediamo l’ora di fare. Anzi, noi poveri di spirito a cui ribolle il sangue, quando sentiamo quanto velocemente stanno vaccinando gli inglesi e pensiamo che viceversa da domani saremo nuovamente in zona rossa.Ebbene, queste persone pensano che il loro diritto discenda dai principi della nostra costituzione, la miglior costituzione del mondo, oltretutto:”ART. 32: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce…

  • Varie ed Eventuali

    LA STUPIDITÀ

    Eccovi 1060 citazioni a tema stupidità (ma quando mi sentirò di nuovo stupido ne aggiungerò anche altre). Ovviamente, essendo così tante ben più della metà sono stupide. La mia preferita? Quella non è in lista: “Lo stupido cita frasi che non capisce”; ma mi sento molto rappresentato da questa: “783. Gli idioti sono come le persone che russano. Non se ne accorgono. Non lo fanno apposta. Eppure rompono lo stesso i coglioni.” (Igor) Mi sento partecipe perché, lo si sappia, russo come una locomotiva, mi dicono. A voi quale piace? Quale vi rappresenta di più? Ditelo nei commenti! 1. I due più comuni elementi nell’universo sono l’idrogeno e la stupidità.…

  • Politica

    Alicio nel Paese degli Ipocondriaci

    Precipitai giù per un buco e mi ritrovai inopinatamente nel Paese degli Ipocondriaci, un po’ per decreto un po’ per inclinazione e il mio dispetto ne fu enorme. NOTA: ho molti amici medici e, dato che vorrei conservarmi il loro affetto, li invito tutti a non leggere oltre, perché ho piena intenzione di parlare malissimo della loro categoria in generale e benissimo delle punte di diamante della professione ippocratica. Precipita precipita mi sono ritrovato dunque in un Paese dove il ridicolo regna sovrano, dove devo dichiararmi poliamoroso (e non nella comoda e bella configurazione del tre ma a quartetti o sestine) per poter stare con gli amici. Il Paese in…

  • Politica,  Vino e Vigna

    Chi vuole fermare il vino italiano? Breve sfogo in difesa della sua reputazione: #nodistillazione

    Quando stappi una bottiglia di vino diventi parte integrante del nostro mondo, del mondo dei vignaioli. Tutta l’emozione che provi attraverso i tuoi sensi è l’apice di un lunghissimo processo fatto di natura e lavoro, di sole e sudore. Per questo nutro l’illusione che anche a te stia a cuore il pensiero che mi urge buttare in parole. Il ciclo del vino non si arresta mai, parte dai lavori in vigna durante l’inverno, attraverso le avversità e le sfide della primavera e i caldi a volte terribili dell’estate, finché, se tutto va come dovrebbe, arriva ogni anno il momento della vendemmia, del mosto e della fermentazione. E così avanti, il…

  • Politica,  Storia

    25 aprile o il diritto di un popolo all’insurrezione armata e altre considerazioni

    È giusto e doveroso seguire le regole e le leggi dello Stato?Quando sono giuste senza dubbio: lo stato è un’invenzione umana che governa un territorio agendo in base a una vera o presunta volontà primaria, sia essa l’entità soprannaturale di turno o, il che non è molto diverso, “We, the people […]”.Quindi a qualcosa servirà pure, no? Ma viceversa, quando queste leggi sono sbagliate, il dovere civico qual’è?È semplice: le si contesti e ci si batta con gli strumenti democratici e messi a disposizione da certe altre norme – auspicabilmente non le stesse – perché cambino quanto prima, ma facendo comunque sì che intanto siano osservate, osservandole noi per primi.A…

  • Politica

    Difficili scelte pandemiche

    L’Inghilterra oggi dice, insieme all’Olanda: a mare i vecchi, salvaguardiamo l’economia!  L’Italia dice invece: a mare l’economia, salviamo i vecchi! E ci dileggiano pure, dicendo (parola d’olandese volante), che il nostro approccio è “stupido”. Ora, lo scopo di entrambe le “strategie”, si dice, è quello di controllare un’epidemia a bassa mortalità ed alta infettività. Quale dei due approcci funzionerà? Non lo sa nessuno, e questo è un fatto. Migliaia di tragedie familiari, anche questo è un fatto, si stanno consumando in questo stesso istante, portando il nostro sistema sanitario e i suoi addetti al punto di rottura.  Persone intelligenti ed esperte sostengono uno o l’altro dei due “approcci” e non…

  • Tasse e Burocrazia

    IVA al 40%: la più iniqua delle tasse e perché ci vuole una nuova aliquota

    In tempi di false pandemie, vediamo il lato positivo: sono simulazioni utili per quando arriverà quella vera. Però sarà bene tornare ai nemici veri, tipo politici incompetenti e disonesti e un sistema fiscale che colpisce gli onesti perché i disonesti si sanno difendere.  Per esempio l’IVA, non lo si può negare è un’invenzione brillante. Lo inventarono i burocrati della CEE o i francesi, a seconda di quanto sia antieuropea la fonte, e sembrò subito un’ottima idea.  Qui da noi sostituì una tassa, che probabilmente, va detto, era ancora più odiosa: l’IGE; non saprei: scomparve che non ero ancora nato.  Ma l’IVA rimane comunque una trovata indiscutibilmente malvagia: non importa se…

  • Cibo e Cucina

    Santi, cuochi ed eroi: la cucina come unica forma d’arte viva?

    “Chi vorrebbe mettere al mondo dei figli se poi la loro massima aspirazione è quella di diventare dei cuochi” dice il Buce, il Batrace Stivaluto redivivo nel film “Sono tornato” e l’ho sentito poi citare per dimostrare la decadenza dei costumi gastonomico-antropologici e “l’epidemia di cuochi in televisione”, come ha scritto qualcuno. Ebbene, il film di Luca Miniero è un’occasione perduta. Un’idea divertente che darebbe il destro d’usare il Gran Somaro per praticare della sottile ironia sull’Italia contemporanea, ma che viene invece sprecata per trinciare giudizi e luoghi comuni. Davvero deludente. Non è che io voglia mettermi a fare recensioni cinematografiche, ma è dall’aver sentito citare l’incipit del mio post, che…

  • Vino e Vigna

    Lasciate stare quella terra!!! Usi ed abusi nell’impianto di un vigneto

    Una tradizione consolidata sostiene che, per preparare la vite ad affrontare felice i successivi trent’anni su uno scampolo di terra, sia inevitabile lo stravolgimento del terreno agrario. È davvero così o questo genere di interventi sono invece non solo inutili, ma dannosi per il futuro “ecosistema vigneto”? Non saranno forse dettati più dagli interessi venali di quelli del movimento terra e dei tecnici, piuttosto che dai bisogni della vite e del vignaiolo (e dei suoi eredi)? Partiamo da una semplice considerazione, anzi, meglio, ti faccio una domanda: le piante spontanee hanno qualche difficoltà a colonizzare il terreno che in futuro sarà occupato dal nostro vigneto? Sì? No? Ciò dipende naturalmente…

it_ITItalian